PROVINCE
Associazioni e servizi
patronato banner
facebook

bvenecomune

bvenecomune

bvenecomune
Home | Notizie Principali | News | Lazio, al via un piano straordinario per l'occupazione  
  • Lazio, al via un piano straordinario per l'occupazione
    Tra le misure più significative dell'intervento 4,8 milioni per finanziare un servizio di collaborazione con agenzie di lavoro private per la ricollocazione di almeno 1000 lavoratori, 17 milioni destinati alla stabilizzazione degli lavoratori socialmente utili e 4,5 milioni per il reinserimento degli over 45. Sono stati poi previsti 9 milioni per l'inserimento occupazionale delle persone disabili e il finanziamento di strutture di trasporto ad hoc, 35 milioni per l'occupazionale femminile e 9 per i giovani tra i 16 e i 30 anni.


    Tra le misure previste 17 milioni per la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili e 9 milioni per l'inserimento dei disabili.Un piano straordinario per l'occupazione quello varato dalla regione Lazio e presentato ieri durante il Convegno "Le donne cambiano il lavoro", primo di una serie di appuntamenti utili a fare il punto della situazione occupazionale femminili italiana rispetto ad altri paesi dell'Ue. Un'iniziativa voluta anche per "continuare il percorso di confronto con l'associazionismo, le parti sociali e le organizzazioni sindacali sulle politiche di genere, in vista della prima conferenza regionale sul lavoro". Tra le misure più significative dell'intervento 4,8 milioni per finanziare un servizio di collaborazione con agenzie di lavoro private per la ricollocazione di almeno 1000 lavoratori, 17 milioni destinati alla stabilizzazione degli lavoratori socialmente utili e 4,5 milioni per il reinserimento degli over 45. Sono stati poi previsti 9 milioni per l'inserimento occupazionale delle persone disabili e il finanziamento di strutture di trasporto ad hoc, 35 milioni per l'occupazionale femminile e 9 per i giovani tra i 16 e i 30 anni. L'impegno della regione, come sottolinea l'assessore al Lavoro, Pari opportunità e Politiche giovanili della regione Lazio, Alessandra Ribaldi, è "riconnette con pazienza tutti i nodi di una rete complessa di problematiche che attengono alle differenze di genere, alle differenze nei percorsi di carriera, alla differenza e ai livelli di discriminazione multipla che spesso sussistono per le donne all'interno del mondo del lavoro".


    Fonte: Ufficio Stampa Regione Lazio
In Primo Piano | Eventi | Progetti | Bandi