PROVINCE
Associazioni e servizi
patronato banner
facebook

bvenecomune

bvenecomune

bvenecomune
Home | Province | Roma | Biblioteche nel mondo: al via incontri, film e mostre per il dialogo interculturale   
  • Biblioteche nel mondo: al via incontri, film e mostre per il dialogo interculturale
    La prima apertura è prevista, a Ladispoli, il 20 novembre. Poi toccherà ad Anzio, Bracciano, Fiumicino, Lanuvio, Mazzano Romano, Tivoli e Zagarolo, tutte realtà a forte presenza straniera. Saranno otto in tutto gli scaffali multiculturali che verranno allestiti nell'ambito di 'Biblioteche del mondo', il progetto pensato e voluto dalla Provincia di Roma.


    La prima apertura è prevista, a Ladispoli, il 20 novembre. Poi toccherà ad Anzio, Bracciano, Fiumicino, Lanuvio, Mazzano Romano, Tivoli e Zagarolo, tutte realtà a forte presenza straniera. Saranno otto in tutto gli scaffali multiculturali che verranno allestiti nell'ambito di 'Biblioteche del mondo', il progetto pensato e voluto dalla Provincia di Roma. Gli scaffali ospiteranno duecento volumi ciascuno, dai classici dei Paesi di origine degli stranieri presenti sul nostro territorio a manuali bilingue, riviste e giornali. In più, il progetto proporrà una serie di iniziative sull'intercultura.
    Due in particolare le iniziative previste. La prima, 'Le seconde generazioni si raccontano' nasce di intesa con la rete giovanile G2, un'organizzazione nazionale fondata da figli di immigrati e rifugiati nati e cresciuti in Italia. Insieme, si realizzeranno, facendo tappa negli otto Comuni interessati, laboratori di scrittura creativa e multimediale utilizzando materiali autoprodotti. Il secondo progetto, 'Così vicine e così lontane: tate, colf e badanti', prevede una mostra itinerante, laboratori di lettura, incontri con autori, presentazioni di film e si rivolge alle donne migranti che svolgono i lavori di cura presso le famiglie italiane. Lo scopo, in questo caso, è quello di intercettare i bisogni culturali ed illustrare la storia e il valore sociale, educativo e culturale del lavoro di colf e badanti.
    "La nostra popolazione è cambiata - ha osservato l'assessore alle Politiche culturali, Cecilia D'Elia - e anche le nostre politiche devono farle, adattandosi. La sfida è far sì che le biblioteche diventino un luogo in cui i migranti, oltre che utenti, possano essere sempre più protagonisti".
    In questa direzione, va anche il progetto 'Benvenuti in biblioteca', con cui le biblioteche di Roma e provincia hanno di fatto aperto le porte agli stranieri. Come? Potenziando gli scaffali con testi in lingua ed organizzando corsi di italiano.


    Fonte: Ufficio Stampa Provincia di Roma
In Primo Piano | Eventi | Progetti | Bandi