PROVINCE
Associazioni e servizi
patronato banner
facebook

bvenecomune

bvenecomune

bvenecomune
Home | Notizie Principali | News | Rapporto Inail Lazio: a Roma la maggior parte di infortuni e morti bianche  
  • Rapporto Inail Lazio: a Roma la maggior parte di infortuni e morti bianche
    È nella Capitale che si concentra la quasi totalità degli infortuni e delle morti sul lavoro registrati nella regione Lazio. Nel 2008 a Roma e provincia gli incidenti denunciati all'Inail sono stati 43.114 (il totale regionale è di 57.924) con un lieve incremento rispetto all'anno precedente dello 0,3% (nel 2007 erano 42.968); mentre le morti bianche sono state 46 su un totale di 78. Lo rivela il rapporto regionale annuale dell'Inail Lazio presentato oggi a Roma.



    Il fenomeno è in aumento anche a Latina. Mentre la provincia più virtuosa è Rieti. Tra i settori di attività il più a rischio è quello dell'industria e servizi (52.901 casi)
     È nella Capitale che si concentra la quasi totalità degli infortuni e delle morti sul lavoro registrati nella regione Lazio. Nel 2008 a Roma e provincia gli incidenti denunciati all'Inail sono stati 43.114 (il totale regionale è di 57.924) con un lieve incremento rispetto all'anno precedente dello 0,3% (nel 2007 erano 42.968); mentre le morti bianche sono state 46 su un totale di 78. Lo rivela il rapporto regionale annuale dell'Inail Lazio presentato oggi a Roma.

    Per quanto riguarda le province, Rieti (-2,6%), Frosinone (-3,5%) e Viterbo (-3,1%) fanno registrare una contrazione del fenomeno, mentre a Latina i casi aumentano del 2% rispetto al 2007. La provincia pontina è, dopo Roma, la zona dove si verificano più incidenti sul lavoro con 5.345 casi denunciati, segue Frosinone con 5.337, Viterbo con 2.581 e Rieti con 1.627. Per le morti bianche la maglia nera spetta a Roma con 46 casi, seguita da Frosinone (14), Viterbo (10), Latina (7) e Rieti con una sola morte sul lavoro registrata nel 2008.

    Rispetto ai settori di attività, invece, la maggior parte degli infortuni si verifica nell'industria e servizi che ha fatto registrare per il 2008 52.680 casi, (erano 52.901 nel 2007), con una riduzione percentuale dello 0,4%. La flessione maggiore si è verificata nel settore manifatturiero che ha visto un calo del 9% rispetto al 2007. Diminuiscono gli infortuni anche nelle costruzioni, dove la riduzione è stata del 7,4%. Il trend si conferma anche per l'agricoltura, dove nel 2008 si sono verificati 2014 infortuni (- 3,8%) contro i 2094 del 2007.

    "La prevenzione degli infortuni sul lavoro deve compiere uno sforzo per passare da emergenza culturale a emergenza fattuale- sottolinea il direttore regionale dell'Inail Lazio Antonio Napolitano- dopo il periodo della sensibilizzazione culturale, indirizzata ai cittadini lavoratori bisogna passare alla prevenzione agita grazie allo strumento normativo del Testo unico sulla sicurezza".



    Fonte: Ufficio Stampa Regione Lazio

In Primo Piano | Eventi | Progetti | Bandi