PROVINCE
Associazioni e servizi
patronato banner
facebook

bvenecomune

bvenecomune

bvenecomune
Home | Notizie Principali | News | Bilancio partecipato: oltre 57mila preferenze espresse dai cittadini. Premiati i temi di ambiente e mobilità  
  • Bilancio partecipato: oltre 57mila preferenze espresse dai cittadini. Premiati i temi di ambiente e mobilità
    Energie rinnovabili, raccolta differenziata e trasporto pubblico: sono queste le voci di spesa che hanno ottenuto il maggior numero di preferenze tra i cittadini del Lazio che hanno partecipato alle votazioni organizzate dalla Regione nell'ambito del "Bilancio partecipato 2010". La consultazione ha visto il coinvolgimento di 12.580 cittadini che hanno espresso 57.010 preferenze.


    Energie rinnovabili, raccolta differenziata e trasporto pubblico: sono queste le voci di spesa che hanno ottenuto il maggior numero di preferenze tra i cittadini del Lazio che hanno partecipato alle votazioni organizzate dalla Regione nell'ambito del "Bilancio partecipato 2010". La consultazione ha visto il coinvolgimento di 12.580 cittadini che hanno espresso 57.010 preferenze.

    La voce di spesa che è stata giudicata più importante dalle persone che si sono espresse è quella delle energie rinnovabili (5.122 preferenze) seguita dalla raccolta differenziata dei rifiuti (4.302) e, in terza posizione, il trasporto pubblico (4.053). Al quarto e al quinto posto sono stati individuati la sicurezza degli edifici scolastici (4.047) e il diritto allo studio e alla formazione (3.899).
    In molti hanno dimostrato poi sensibilità per i temi del welfare che, con le voci del reddito minimo garantito e politiche sociali per le persone e famiglie, ha raccolto molte preferenze, così come non è mancata l'attenzione verso il "sostegno all'inserimento degli immigrati nella società".
    Soddisfatto l'assessore al Bilancio Luigi Nieri - ideatore del bilancio partecipato - anche per l'alta percentuale di giovani che ha espresso la sua opinione sulle priorità che gli amministratori devono avere nel destinare risorse. "Un segnale - ha detto commentando il fatto che il 14,88% delle indicazioni è venuta da giovani tra i 16 e i 18 anni - che se si abbassa l'età del voto i giovani sono pronti a poter decidere della loro vita". Ma non solo.
    Quest'anno un aiuto importante è venuto dal voto elettronico (e-poll) espresso tramite 293 postazioni informatiche (totem) grazie alle quali hanno espresso le loro preferenze 10.236 persone residenti in 67 tra Comuni e Municipi di Roma. Altre 2.340 persone hanno scelto il sito web per esprimere le proprie preferenze.
    Secondo l'assessore Nieri "con l'adesione dimostrata quest'anno al bilancio partecipato si dimostra che i cittadini sono più avanti della politica"; per questo "è importante proseguire su una strada che già oggi mette il Lazio al primo posto delle realtà in grado di coinvolgere i cittadini nelle scelte". Ma se il voto elettronico serve, "è stato fondamentale aver fatto incontri pubblici nei territori. Questo - ha ammesso - ci ha permesso anche di capire cosa c'è veramente dietro alla domanda dei cittadini che vivono in realtà lontane da Roma e di cui spesso non si capiscono le ragioni".



    Fonte: Ufficio Stampa Regione Lazio
In Primo Piano | Eventi | Progetti | Bandi