PROVINCE
Associazioni e servizi
patronato banner
facebook

bvenecomune

bvenecomune

bvenecomune
Home | Province | Roma | Affidamento Familiare,nuovi contributi dal Comune  
  • Affidamento Familiare,nuovi contributi dal Comune
    Approvato dalla Giunta capitolina l'adeguamento dei contributi per le persone o le famiglie che hanno in affidamento un minore seguito dai servizi sociali del Comune. Il provvedimento fa seguito alla delibera n. 54 del 2008, con cui è stato approvato il regolamento sull'affido familiare. I contributi vanno da un minimo di 160 euro ad un massimo di 2.000, a seconda del tipo di affidamento.



    Approvato dalla Giunta capitolina l'adeguamento dei contributi per le persone o le famiglie che hanno in affidamento un minore seguito dai servizi sociali del Comune. Il provvedimento fa seguito alla delibera n. 54 del 2008, con cui è stato approvato il regolamento sull'affido familiare. I contributi vanno da un minimo di 160 euro ad un massimo di 2.000, a seconda del tipo di affidamento.

    Per gli affidi a tempo pieno il contributo mensile massimo è di 500 oppure 350 euro: 500 euro per gli affidi "extrafamiliari" (quando non c'è rapporto di parentela tra minore e affidatario), 350 per gli affidi "intrafamiliari" (quando invece minore e affidatario sono parenti).

    Se il minore è disabile o affetto da patologia, e questa condizione è certificata dalla Asl di competenza, la delibera prevede poi un contributo integrativo: di 250 euro al mese per gli affidi a tempo pieno, fino ad un massimo di 160 per quelli a tempo parziale (sulla base dell'effettivo impegno settimanale richiesto all'affidatario).

    Il contributo massimo – 2.000 euro – è invece destinato a casi di particolari esigenze, come il sostenimento di spese scolastiche e spese mediche non coperte, o solo parzialmente previste, dal Servizio Sanitario Nazionale. Per avere il maxi-bonus si dovrà presentare la documentazione della spesa sostenuta.

    Importante: non può avere il contributo comunale chi ha un minore in affidamento con l'obiettivo di adottarlo.

    "Ad oggi a Roma sono circa 600 i minori in affido", ha detto l'assessore alle Politiche Sociali Sveva Belviso. Con i nuovi contributi si dà una mano a chi si occupa dei "piccoli cittadini" seguiti dai servizi sociali comunali. L'auspicio, conclude l'assessore, è che aumenti il numero di chi dedica il proprio tempo ai bambini romani meno fortunati.



    Fonte: Ufficio Stampa Comune di Roma

In Primo Piano | Eventi | Progetti | Bandi