PROVINCE
Associazioni e servizi
patronato banner
facebook

bvenecomune

bvenecomune

bvenecomune
Home | Notizie Principali | News | Turismo: buoni vacanza per le famiglie meno abbienti  
  • Turismo: buoni vacanza per le famiglie meno abbienti

    Dal 20 gennaio 2010 è possibile prenotare i buoni vacanza che saranno validi fino al 30 giugno 2010: l'agevolazione statale (calcolata in base alle fasce di reddito e al numero di componenti) permetterà alle famiglie italiane a basso reddito di poter trascorrere le vacanze ad un costo ridotto nelle strutture turistiche convenzionate.



     18 gennaio 2010

    Governo


    A partire dal 20 gennaio prossimo diverrà operativa l’erogazione dei Buoni Vacanze, titoli di pagamento immediatamente spendibili destinati alle famiglie economicamente deboli.
    L’iniziativa, promossa dal Ministro del Turismo, permetterà alle famiglie italiane a basso reddito di poter trascorrere le proprie vacanze ad un costo ridotto per tutto l’anno ad esclusione dei periodi di alta stagione.

    Il gestore dei buoni vacanza sarà l'associazione no profit Buoni Vacanza Italia (BVI) che ha siglato la convenzione con il Dipartimento del turismo il 3 luglio 2009.

    I Buoni Vacanze mirano a soddisfare tutte le necessità di chi viaggia, offrendo, oltre ai servizi di prima necessità come il vitto e l’alloggio, anche una serie di altri servizi rivolti alla persona come ristoranti, centri sportivi, servizi di trasporto e noleggio, e servizi di natura culturale come musei, servizio di guida, centri culturali e centri di produzione e vendita di prodotti tipici.

    Possono presentare la domanda i cittadini italiani che rientrano nei limiti di reddito stabiliti dall'art.4 del DPCM 21 ottobre 2008 (vedi la
    tabella in allegato).
    Il contributo può essere erogato una sola volta per nucleo familiare e fino all'esaurimento dei fondi disponibili sulla base del criterio di priorità cronologica di inoltro della richiesta e al versamento dell'importo residuo a carico del richiedente.

    L'agevolazione statale avviene attraverso l'applicazione di un contributo percentuale (dal 20 al 45%, secondo le fasce di reddito) sull'importo dei buoni richiesti fino ad un massimo legato al numero dei componenti la famiglia.
    Ad esempio una famiglia di 4 persone con reddito inferiore ai 25.000 euro, può richiedere un libretto di buoni (del valore singolo di 20 o 5 euro) per un valore totale fino a 1230 euro, pagandoli solo 676,50 (55%).
    In tal modo li può spendere singolarmente anche in diversi periodi presso le diverse strutture convenzionate che a loro volta applicano un ulteriore sconto su prezzi normalmente praticati nel periodo.

    I Buoni Vacanze sono stampati su carta antifalsificazione (filigrana visibile in controluce; microlinee di sicurezza; stampa fluorescente sul retro) e recano fondino omologato BVI e logo della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
    Sono in tagli da   20,00 euro e   5,00 euro. Pertanto gli importi richiedibili devono essere divisibili per cinque euro.
    I buoni vacanza sono nominativi e spendibili anche separatamente.
    Hanno una data di scadenza dell'utilizzo indicata sul Buono stesso, che è fissata al 30 giugno 2010.

    Modalità di richiesta
    La richiesta avviene attraverso una procedura on line. Occorre compilare sia il modulo anagrafico sia l'autodichiarazione sulle condizioni anagrafiche e reddituali per il calcolo della percentuale di contributo pubblico e la richiesta dell'importo dei buoni.
    A procedura on line completata verrà rilasciato in automatico dal sistema un codice di prenotazione che dovrà essere presentato entro 10 giorni - pena la decadenza della prenotazione - ad una agenzia della Banca Intesa-Sanpaolo.
    La banca, a sua volta, ordina i buoni che verranno recapitati al beneficiario direttamente a domicilio.

    L'elenco delle strutture turistiche convenzionate può essere consultato nella “Guida Buoni Vacanze Italia” e sul sito
    www.buonivacanze.it.


    In allegato:

    -
    Tabella delle percentuali di contributi statali alle famiglie in base al reddito e ai componenti

    - PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, Dipartimento per lo Sviluppo e
    la Competitività del Turismo, Ufficio per lo Sviluppo del Turismo e la Gestione degli Interventi: Pubblicazione del decreto che stabilisce il termine di presentazione delle domande ai fini del contributo ai sogetti aventi diritto che si trovino nelle condizioni socio-economiche di cui all’art. 5 del D.P.C.M. 21 ottobre 2008

    -
    Modulo di richiesta BUONI VACANZA



    Fonte: “Non Profit Online”



     

In Primo Piano | Eventi | Progetti | Bandi