PROVINCE
Associazioni e servizi
patronato banner
facebook

bvenecomune

bvenecomune

bvenecomune
Home | Notizie Principali | News | Il consiglio comunale approva il "quoziente roma" per le famiglie numerose o con disabili   
  • Il consiglio comunale approva il "quoziente roma" per le famiglie numerose o con disabili

    I nuclei familiari con uno o piu' figli minori di 24 anni, e quelli con pensionati o invalidi over 65 a carico, potrebbero pagare meno, nel prossimo futuro, le tariffe e i servizi erogati dal Comune di Roma.



    Ma l'algoritmo che determinera' quale tipo di quoziente familiare si applichera' a Roma, sara' oggetto di un tavolo con le parti sociali che portera' ad una sperimentazione e nel 2011 alla sua prima applicazione.

    A decretare il varo dello strumento denominato "Quoziente Roma", e' stata l'Assemblea capitolina che questo pomeriggio ha approvato la delibera all'unanimita' con 38 voti. Ad essere interessate dalla sperimentazione, dopo una lunga battaglia d'aula condotta dal Pd, saranno anche le famiglie "anagrafiche", ovvero le coppie di fatto non sposate: "Pur non essendo citata questa parola, infatti, la delibera- precisa il consigliere comunale del Pd, Giulio Pelonzi- e' indirizzata anche a quelle famiglie che, anche se non sposate, costituiscono un nucleo familiare con figli secondo le classificazioni Isee".

    Insieme alla delibera, l'aula Giulio Cesare ha anche dato voto positivo ad un emendamento con il quale si costituisce un tavolo tecnico che sara' guidato dal capogruppo dell'Udc, Alessandro Onorato, finalizzato a studiare quali e quanti 'sconti' concedere ai nuclei familiari, in base a una serie di parametri fissi ancora da stabilire.

    Obiettivo finale del "Quoziente Roma" sara' dunque far pagare meno tutte le tasse ed i servizi comunali per i quali e' prevista la presentazione dell'Isee, ma anche l'addizionale Irpef, alle famiglie con piu' figli o anziani a carico. Passaggio intermedio e' previsto nel del bilancio 2011 quando saranno applicati 'sconti' su una sola imposta locale e per una determinata categoria sociale. Prima di arrivare a cio', ha spiegato Onorato alla Dire prima dell'inizio dei lavori d'aula "si partira' con una sperimentazione che durera' sei mesi, gia' nel 2010. Il tavolo tecnico varato oggi verifichera' se applicare l'algoritmo che ho presentato, o se ci sono altre formule piu' efficaci, e stabilira' dunque il tipo di sperimentazione da far partire". Se tutto andra' bene dal 2012 sara' possibile estendere anche ad altre tariffe il "Quoziente Roma". Al tavolo tecnico presieduto da Onorato parteciperanno famiglie, sindacati, e associazioni di categoria.

In Primo Piano | Eventi | Progetti | Bandi