PROVINCE
Associazioni e servizi
patronato banner
facebook

bvenecomune

bvenecomune

bvenecomune
Home | Notizie Principali | News | Viterbo: realizzato percorso formativo per gli operatori dei servizi delle Acli. Tema dell'incontro finale il "fare sistema"  
  • Viterbo: realizzato percorso formativo per gli operatori dei servizi delle Acli. Tema dell'incontro finale il "fare sistema"

    Si è concluso il 24 marzo scorso a Viterbo il percorso provinciale di formazione per gli operatori Acli. L'incontro si è focalizzato sulla centralità della persona e sull'importanza del lavoro di ognuno come elemento indispensabile del "fare sistema per essere sistema".



    Ideato nell’ambito dei laboratori di cittadinanza tenutisi a Roma, che hanno visto la partecipazione dei rappresentanti delle più disparate realtà Acli a livello nazionale (da Aosta a Catania, da Trieste a Viterbo, da Fermo a Napoli), il percorso di formazione è stato fortemente voluto e organizzato dalla presidenza provinciale di Viterbo, che ha avuto così la possibilità di concretizzare quell’integrazione di sistema a cui le Acli tanto aspirano. Per la prima volta, infatti, la formazione è stata rivolta ai dipendenti e ai responsabili di tutti i servizi, con l’obiettivo di “fare sistema per essere sistema”.
    Tale percorso formativo, che prevede un momento di verifica finale e un pranzo tra tutti i dipendenti e i loro familiari, si è articolato in tre incontri. Il primo, coordinato da Rocco Savron, responsabile nazionale Acli per la formazione degli operatori, si è focalizzato sulla centralità della persona e, dunque, sulla dignità, identità, partecipazione e responsabilità di ogni uomo; in particolare, partendo dal vissuto di ogni operatore, si è analizzato il tessuto civile e il contesto sociale in cui gli operatori si trovano ad agire e, allo stesso tempo, ci si è interrogati su come il lavoro di ognuno può divenire elemento innovativo nei rapporti civili e sociali.
    Nel secondo incontro, con l’aiuto e la collaborazione di una psicologa della ASL di Viterbo, la dott.ssa Mila Ferreira Fernandez, l’attenzione si è soffermata sui concetti di accoglienza e di  relazione, per poi terminare con delle simulazioni che hanno visto la partecipazione diretta di alcuni operatori e con la relativa analisi/osservazione della dott.ssa Fernandez.
    Il terzo incontro ha visto la partecipazione della vicepresidente nazionale Paola Vacchina e la presidente delle Acli del Lazio Lidia Borzì, le quali hanno proiettato i presenti verso le nuove sfide che attendono le Acli, sottolineando l’importanza del “fare sistema” per agire sinergicamente.
    Il clima creatosi, favorito dalla disponibilità di tutti a mettersi in discussione, ha generato piacevoli ed inattesi frutti, positivi sia per la realtà di Viterbo che, in prospettiva, per tutto il territorio nazionale.
In Primo Piano | Eventi | Progetti | Bandi