PROVINCE
Associazioni e servizi
patronato banner
facebook

bvenecomune

bvenecomune

bvenecomune
Home | Notizie Principali | News | Relazione Fap Acli Pasquale Orlando Segretario Nazionale 20-21 giugno 2013  
  • Relazione Fap Acli Pasquale Orlando Segretario Nazionale 20-21 giugno 2013


     Riportiamo uno stralcio saliente della relazione del presdiente Fap del 20-21 giugno.

     
    "Da quanto emerso dal rapporto Inps la riforma Fornero apporterà un risparmio di 80 miliardi tra il 2012 e 2021 rispetto alle normative precedenti. I pensionati sono gli unici ad aver pagato una patrimoniale di 50-60 euro mensili e 1200 annui. Diminuisce il numero dei pensionati e 1 su 4 ha meno di 65 anni.Oltre la metà delle donne con meno di mille euro al mese. Diminuisce il numero dei pensionati ma più di un pesnionato su otto percepisce meno di 500 euro; nel 2011 i pensionati sono stati 16,7 milioni circa 38 mila in meno rispetto al 2010.
    Il dato che risalta è come nel 2011 circa il 44% abbia percepito meno di 1000 euro; per il 13,3 500euro. Nel 2011 il 27,8% aveva meno di 65 anni; il 49,2% un'età compresa tra i 65 e 79 ed il 23% ne aveva più di 80 anni. Le donne rappresentavano nel 2011 il 52,9% e percepivano assegni di importo medio pari a 13228 contro i 19022 degli uomini. Oltre la metà delle donne riceveva meno di 1000euroa fronte del 33% degli uomini. nel 2011 la spesa pensionistica totale è cresciuta annualmente del 2,9% a 265,9963 miliardi di euro. Un incremento dovuto all'aumento dell'importo medio delle prestazioni erogate pari al 3,2%. Le pensioni di vecchiaia assorbono il 71,6% della spesa pensionistica totale, quelle ai superstiti il 14,7%, quelle invalidità il 4,2%.
    Restano da erogare oltre 120.000 pensioni ai non salvaguardati non compresi nei decreti del governo Monti, di esodati spendig review e la legge di stabilità dove a fronte dei 130130 presi in carica dallo Stato soltanto poco più di 7000 pensioni erano state erogate fino a poche settimane fa; tanto che Enrico Letta si è premurato di assicurare agli esodati in via di tutela la pensione entro il 2013; resta cosi' in piedi l'ipotesi in parte degli esodati sia il ritorno della flessibilità in uscita con penalizzazione tra i 62-65 con 35 di contributi.
    Tra le ipotesi di modifica alla riforma quella in voga è l'uscita flessibile dall'età lavorativa con penalizzazioni sotto i 65 anni e bonus al di sopra. La proposta non è una novità teso rispettivamente ad incentivare il prolungamento all'accesso allapensione e disincentivare e non vietare lo stesso; nella realtà anche se solo alle donne al 31 dic 2015 esiste la possibilità con almeno 57 di età e 35 anni di contributi potranno avere la pensioni in deroga agli attuali requisiti con il contributivo.
    Gli ultra 80 enni aumenta e crescono i costi dell'assistenza e specie le case di riposo; lo scopo è il recupero dell'autossuficienza; con la legge 328/2000 venne istituito insimen al Fondo Naz.le Politiche sociali un fondo annuo per il finanziamento dei servizi sociali per i non autosufficienti. Dal 2000 ad oggi i governi non sono stati in grado di disciplinare una legge in quadro in materia.
    Il fondo per la non autosufficineza ha ottenuto fondi dal 2007 con 100milioni e poi 300 nel 2008, 400 nel 2010; dal 2011 il fondo è annullato.
    Nel 2012 saranno stanziati 400milioni per la non autosufficienza per glianziani cronici, malati di Sla e le disabilità gravi; nei prossimi 10 anni questi dovrebbero diventare circa 4,8 milioni pari al 7,9%della popolazione attiva contro il 6,7% del 2010.
    La famiglia abbandonata ha investito nelle badanti; per l'Inps queste sono 1milione e mezzo ma solo 700mila sono regolari e 800mila irregolari. Nel centro-sud c'è un tasso di ospedalizzazione di questi soggetti alto  rispetto alla media nazionale.
    Ta genn e sett 2012 sono state controllate 9643 famiglie e scoperti 2324 illeciti; 1 su 4 con esborso non dovuto per 65 milioni di euro..
    Il fap naz.le ha previsto col Banco Popolare un conto corrente canone zero e operazioni illimitate a accredito gratuito della pensione, prelievi e versamenti domiciliazioni gratutite bancomat dossierr titoli e internet banking a costo zero. Rilanciato convenzione con Amplifon.
    Oggi con Welfar Italia possiono offrire la sperimentazione con Blue assistance per la rete odontoiatrica. Cresce la collaborazione col cta acli e sono ormai tante le sedi che propongono stabilmente il turismo sociale; coll'Us acli naz.le lavoriamo per la ginnastica dolce degli anziani. In questo quadro si propone di nominare al comitato naz.le ai sensi del comma d paragrafo 4 dell'art.8 dello Statuto approvato ad Ostuni il direttore nazionale fap nella persona dell'amico Damiano Bettoni."     
In Primo Piano | Eventi | Progetti | Bandi