PROVINCE
Associazioni e servizi
patronato banner
facebook

bvenecomune

bvenecomune

bvenecomune
Home | Province | Frosinone | FROSINONE: ACLI E BF, "BOOM DI RICHIESTE DI AIUTO A/INSIEME CON IL CUORE/, DONATI OLTRE 400 FARMACI"  
  • FROSINONE: ACLI E BF, "BOOM DI RICHIESTE DI AIUTO A/INSIEME CON IL CUORE/, DONATI OLTRE 400 FARMACI"

    Le donne sono quelle più in difficoltà, il reddito medio di chi vive in stato di disagio è di 569 euro al mese



     

    Compie un anno l'ambulatorio solidale "/Insieme con Il Cuore/" di 
    Frosinone. Inaugurato il 21 giugno 2014, il servizio realizzato dalle 
    *ACLI provinciali di Frosinone* e dalla *Fondazione Banco Farmaceutico 
    onlus* (*BF*), ha preso in carico oltre *100 casi* di cittadini che non 
    hanno più la possibilità di acquistare i farmaci nemmeno quelli da 
    ricetta medica segnalati soprattutto dalla Caritas diocesana e dagli 
    enti caritatevoli del territorio.
    L’ambulatorio, aperto una volta al mese, ha distribuito gratuitamente 
    oltre *400**confezioni di medicinali* per la maggior parte dei casi 
    /analgesici, antipiretici, antistaminici, antisetticie disinfettanti, 
    oftalmici, otologici, antinfiammatori, antimicotici, vitamine, 
    integratori/e///vaso protettori./ L’ambulatorio, il cui servizio è 
    garantito dai volontari delle ACLI è sostenuto, dunque, dai farmaci 
    raccolti dalla Fondazione Banco Farmaceutico onlus grazie alla Giornata 
    di Raccolta del Farmaco e al progetto del recupero dei farmaci validi, 
    ma anche dalla raccolta straordinaria di medicinali promossa dalle ACLI 
    di Frosinone.
    
    Il *46,3%*delle persone che si sono rivolte a /Insieme con il cuore/ 
    sono italiane di queste il *76,8%* sono donne e il *23,2**% 
    *sono**uomini. L'età media è *43,6 anni* e l'*ISEE* medio dichiarato è 
    di *569,5 euro*.
    
    In generale a Frosinone e provincia nell’ultimo anno è aumentata la 
    richiesta di medicinali da parte degli enti caritatevoli passando dai 
    *547 *del *2014* ai *1700 *di quest’anno con un incremento percentuale 
    dell'*84**%*.
    
    Questo fenomeno è la conseguenza diretta anche dell’aumento degli enti 
    assistenziali di Frosinone e provincia che hanno chiesto di 
    convenzionarsi con il Banco Farmaceutico passando dai *4* del *2014* ai 
    *12* del *2015* tra i quali /Associazione Nuovi Orizzonti Onlus//, 
    Caritas Arpino, Caritas Diocesana Montecassino, Parrocchia Sant’Antonio 
    da Padova e la Caritas Diocesana di Sora/.
    
    “Insieme con il Cuore – spiega *GIANRICO ROSSI*, /presidente delle ACLI 
    di Frosinone/ - è un esempio di quanto sia importante fare rete in un 
    momento di crisi. Dopo un anno di attività sono convinto che occorra 
    proseguire su questa strada facendo della sede delle ACLI di Frosinone 
    un luogo di speranza e di carità vissuta proprio come ci ha chiesto Papa 
    Francesco in occasione dell’udienza concessa alle ACLI nazionali per i 
    70 anni di fondazione della nostra associazione. Il mio augurio è che 
    grazie a questa iniziativa si possano raggiungere sempre più persone in 
    difficoltà”.
    
    “L’esperienza delle ACLI di Frosinone – aggiunge *ALESSANDRA BONIFAZI*, 
    /presidente delle ACLI Lazio/ – è un fiore all’occhiello per tutta la 
    regione che è stata colpita duramente dalla crisi. Andare incontro a chi 
    è in difficoltà e non ha più la possibilità di curarsi e di acquistare 
    medicine a volte richiede anche il coraggio da parte nostra di adattarsi 
    alle necessità della società che sta cambiando.
    
    In questo senso credo che /Insieme con il cuore/ sia un esperimento 
    riuscito che si è trasformato in un punto di riferimento per i 
    cittadini, soprattutto quelli delle fasce sociali più deboli, da 
    replicare nelle altre realtà territoriali del Lazio".
    
    “Siamo molto contenti – spiega *PAOLO PETTA, */delegato della Fondazione 
    Banco Farmaceutico per Frosinone/ – della collaborazione nata con ACLI e 
    dei risultati raggiunti dall’ambulatorio in questo primo anno.  Abbiamo 
    sostenuto questo progetto perché crediamo che sia fondamentale essere al 
    fianco di chi sul territorio si occupa di disagio soprattutto in un 
    periodo di forte crisi come quello attuale”.
    
    -- 
    Agenzia Comunicatio
In Primo Piano | Eventi | Progetti | Bandi