Il presidente Graziano Sciarra ho portato un cenno di saluto al VI congresso della Fap Acli Sede Nazionale ricordando il ruolo centrale che la federazione svolge nella comunità. Gli anziani sono la linfa vitale, e fare bene le ACLI significa impegnarsi per la loro tutela, ma anche per il loro coinvolgimento attivo.

Questo un estratto dell’intervento:

“Finalmente ci vediamo per stringerci la mano dopo tanti collegamenti da remoto che, è vero, ci hanno stremato, ma ci hanno anche consentito di tenere acceso il motore dell’Associazione e di buona parte del sistema aclista.

Da oggi l’obiettivo della FAP si rimette in moto perchè la Federazione deve essere, necessariamente protagonista per contribuire a trasformare, con il sostegno delle altre forze sindacali quello che, da anni, viene percepito come problema, la terza età, in una nuova forma di vita attiva, attenta alla salute, alla vita sociale di tutti i giorni, all’attenzione per gli altri, ad iniziare dalla famiglia.

La pandemia da Covid 19; voi della FAP conoscete bene quanto danno ha fatto ai nostri primari centri di aggregazione, i circoli Acli, per cui mi corre l’obbligo di proporvi un compito importante: contribuire , con tutte le vostre energie, alla piena ripartenza del sistema aclista di base affinchè, in molte aree si riprenda a fare bene le Acli, come recita la rubrica tenuta dal nostro amico Lanfranco Norcini Pala.

Nonostante i nostri capelli grigi o brizzolati, questo sforzo lo dobbiamo all’Associazione, lo dobbiamo ai nostri  iscritti, con la forza della nostra militanza e la voglia, mai sopita, di aiutare i più deboli, in questi tempi bui e poveri di speranza.

Buon Congresso!